Rendere la casa più luminosa…Qualche pratico consiglio.

387

La casa è il luogo che rappresenta la tranquillità e la sicurezza, il rifugio che ciascuno di noi si crea per isolarsi dal resto del mondo, il posto in cui ci si può abbandonare alla propria intimità in compagnia delle persone più care. Per questi motivi ognuno punta a realizzarla nel modo più congeniale alle proprie esigenze; arredamento classico o moderno, terrazza o giardino, legno o plastica, vernice o carta da parati, i modi per personalizzare la propria abitazione sono infiniti, ma su di un punto tutti sono d’accordo: deve essere garantita un’adeguata luminosità.

L’esposizione al sole è stata sempre uno dei fattori fondamentali da tenere in considerazione per la progettazione di un edificio. Vi è stata poi una fase, iniziata con il periodo dell’energia elettrica a basso costo per tutti, in cui questo concetto è stato un po’ tralasciato.

Oggi risulta assodato che la luce naturale ha una resa cromatica di molto superiore alle illuminazioni artificiali, dà notevoli vantaggi di natura psico-fisiologica ed un suo buon utilizzo è alla base di qualsivoglia strategia di risparmio energetico.

Per queste ragioni, oltre che per il moltiplicarsi di abitazioni con spazi sempre più ridotti, la luce è tornata ad essere concetto centrale, ergendosi a vero e proprio materiale architettonico. I nuovi edifici, pertanto, prevedono ormai alla base un accurato studio in fase progettuale teso a garantire un’illuminazione naturale la più corretta possibile, grazie a specifici software di simulazione illuminotecnica in grado di realizzare rendering foto-realistici circa la distribuzione spaziale della luce.

Molti di voi si troveranno invece dinanzi ad una vecchia costruzione, magari poco spaziosa, con poche aperture e una non felice divisione degli spazi interni. Come fare per riempire di luce naturale una stanza nel modo corretto, soprattutto se di per sé è piccola e magari con poche finestre?

migliori-mattoni-in-vetrocemento_ng4In prima analisi, ove possibile, abbattere qualche parete non portante oppure sostituirla con delle vetrate o con delle strutture in vetrocemento può rappresentare un ottimo modo per guadagnare luce e spazio. Fondamentale è la scelta dei colori delle pareti e dei mobili; in una casa di per sé poco luminosa, dovranno scegliersi colori chiari per pareti e pavimenti, mentre per il soffitto è preferibile l’uso esclusivo del bianco, che dà maggiore ampiezza all’ambiente.

Per sfruttare al meglio la luce di una casa è importante curare anche i dettagli, per soluzioni di luce semplici ma allo stesso modo efficaci: può bastare a volte uno specchio, una pianta o una diversa disposizione di elementi d’arredo.

Una soluzione intuitiva e poco impegnativa consiste nel buon uso e posizionamento delle superfici riflettenti; specie in una stanza in cui c’è soltanto un’apertura, posizionando uno specchio proprio di fronte all’unica finestra, si otterrà il piacevole effetto di raddoppiare la luminosità dell’ambiente e di aumentare anche l’ampiezza percepita della camera. In una casa buia è fondamentale non trascurare il verde: piante e fiori costituiscono sempre un ottimo elemento d’arredo e a maggior ragione in questi casi una sempreverde al posto giusto o un mazzo di fiori colorati faranno cambiare tono alla vostra casa.